Anche Gianni Infantino si è espresso sul divieto vigente in Iran che impedisce alle donne di entrare negli stadi di calcio. Il Presidente della Fifa ha rilasciato un comunicato ufficiale dove ha voluto ribadire la posizione della federazione sulla questione, tornata alla ribalta dell'attenzione mediatica in seguito alla morte di Sahar Khodayari, la donna morta in seguito alle ustioni riportate dopo essersi data fuoco in risposta alla condanna per oltraggio al pudore, dopo che aveva provato ad assistere dal vivo a una partita di calcio. Questo il comunicato della Fifa.

"Spero che la Federazione iraniana e le autorità del Paese accolgano le nostre reiterate richiester per rimediare a questa situazione inaccettabile. 
Li ho contattati diverse volte nel recente passato e lo stesso ha fatto l'amministrazione della FIFA. Abbiamo una delegazione di membri FIFA in Iran e al momento spero di sentire buone notizie da parte loro.
La nostra posizione è chiara e risoluta. Alle donne deve essere permesso entrare negli stadi di calcio in Iran.
Capiamo che ci sono passaggi e processi da rispettare prima che questo avvenga nel modo corretto e sicuro, ma ora è il momento di cambiare le cose e la FIFA si aspetta sviluppi positivi a partire dalla prossima partita casalinga dell'Iran in ottobre".