"La colpa di Cristiano Ronaldo è quella di essere andato alla Juventus", lo dice con il sorriso sulle labbra Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, in una lunga intervista al magazine francese France Football

Il tecnico degli azzurri, prossimo avversario della Roma in campionato, chiarisce: "Il suo arrivo è un grande segnale per l'immagine della Serie A. Per molto tempo è stata la casa di tutte le stelle: Maradona, Platini, Zico, Zidane, Ronaldo, Shevchenko, Kakà, Ibrahimovic. Lo è stata di meno negli ultimi dieci anni. L'arrivo di Cristiano ripristinerà il suo blasone. Lui è un professionista immenso".

Ancelotti poi spiega la sua idea di calcio: "Non c'è un chiaro stile Ancelotti, perché costruisco il mio gioco in base alle caratteristiche dei miei giocatori. Alcuni allenatori iniziano con un'idea di gioco e cercano di far entrare i giocatori in quello stile. Io guardo i giocatori che ho e adatto il mio stile a loro". E poi aggiunge: "Sono diversi anni che il Napoli gioca molto bene, quindi la qualità è lì. Proverò portare un po' d'esperienza, aiutare la squadra ad avere un po' più di personalità, coraggio in alcuni momenti in cui giochiamo un po' meno bene".