In 60mila per una domenica di orgoglio e lacrime: Roma-Parma non ha certo bisogno di presentazioni. Una notizia a lungo attesa, invece, era quella legata all'orario d'inizio della sfida. Come annunciato nel pomeriggio di ieri dalla Lega Calcio sul sito ufficiale, il match con il Parma andrà in scena alle 20.30. Confermato l'orario, adesso è tempo di un conto alla rovescia sofferto che molti avrebbero voluto rimandare almeno di un anno. La Roma scenderà inoltre in campo in contemporanea con le altre formazioni invischiate nella lotta per l'Europa, oltre a quelle in corsa per la salvezza. Inter-Empoli, Spal-Milan, Atalanta-Sassuolo le gare dal sapore europeo in programma alle 20.30 di domenica, con Fiorentina-Genoa, Cagliari-Udinese e Bologna-Napoli, per quanto riguarda la lotta per non retrocedere, a completare il programma serale. Novanta e più minuti che sanciranno così la griglia delle partecipanti alla prossima Champions League, quella delle qualificate per l'Europa League (con o senza turni preliminari) oltre alla terza squadra che si aggiungerà a Frosinone e Chievo per l'inevitabile discesa in Serie B. Ma soprattutto, la sfida di domenica sera farà registrare il primo tutto esaurito stagionale, considerando una disponibilità limitata esclusivamente al settore Premium di Monte Mario. Un sold-out in campionato a distanza di due anni dall'addio al calcio di Francesco Totti, con il popolo romanista pronto a gremire gli spalti dell'Olimpico per ringraziare un capitano di molte battaglie e far registrare il miglior dato interno di questa stagione superando i 59mila di Roma-Real Madrid. Ancora sei giorni di triste attesa, poi sarà tempo di render omaggio ancora una volta a Daniele De Rossi. Non per dirsi addio, ma per ribadire un arrivederci di passione, gratitudine e affetto.