Ripartire subito dopo la sconfitta contro l'Atletico Madrid e il pareggio contro il Genoa. E' questo il diktat che regna nello spogliatoio giallorosso in vista di Roma-Spal, gara che è stata presentata anche da Monchi a 'Premium Sport'.

Esclusione Schick. C'è una gestione mentale da utilizzare?
Credo che è una gestione dell'allenatore. Dopo tre mesi, ha giocato 10 minuti a Genova, era troppo presto per giocare dall'inizio. Il mister lo sta gestendo bene.

Qarabag?
Dobbiamo andare piano piano, è stato a lungo infortunato, non dobbiamo correre.

Napoli-Juventus?
Un pareggio sarebbe la cosa migliore perché mancherebbero due punti a tutte e due. Il Napoli è forte ed è abbastanza in fiducia. Sarà una partita bella per gli spettatori.

Incidente Perotti
E' stato fortunato, perché ha avuto problemi solo la macchina, siamo tranquilli perché sta bene.

Kolarov così convincente, ve lo aspettavate?
E' una scommessa sicura perché è un grande professionista e ha grande esperienza. Lui conosce bene la città e il calcio italiano, eravamo convinti che facesse bene.

Preoccupa l'astinenza di Dzeko? Complimenti per la sinergia con il tecnico e Totti.
Il rapporto con il mister e con Francesco è facile perché sono persone di calcio e vogliamo la stessa cosa. Siamo contenti del lavoro di Dzeko, è vero che è importante che faccia gol, ma è anche fondamentale l'impegno per la squadra perché è un esempio importante anche per gli altri.