La Roma torna al lavoro. Dopo il giorno libero concesso da Fonseca in seguito alla trasferta di Benevento, la squadra si è ritrovata questa mattina alle 11 al centro sportivo tecnico Fulvio Bernardini di Trigoria per iniziare a preparare gli impegni di questa settimana contro Braga (giovedì 25 ore 21) e Milan (domenica 28 ore 20.45).

Nella seduta odierna Fonseca ha potuto contare parzialmente su Cristante, che ha svolto parte dell'allenamento con il gruppo. Hanno lavorato ancora a parte invece Smalling, Ibanez, Kumbulla, Santon, Calafiori e Zaniolo.

Oggi la squadra alle 11 riprende il lavoro a Trigoria per preparare la sfida di ritorno dei Sedicesimi di finale di Europa League con il Braga. La prima speranza di Fonseca si chiama Bryan Cristante: se la lombalgia sarà in miglioramento l'ormai jolly giallorosso potrà riprendere posto in difesa già da giovedì. Il tecnico portoghese confida anche che Kumbulla possa riprendere il lavoro con i compagni quanto prima, ma per il nazionale albanese l'obiettivo concreto sembra essere la partita di campionato con il Milan di domenica sera.

Da valutare ancora le condizioni di Calafiori, alle prese con uno stop muscolare, Ibanez, alle prese con una lesione di primo grado al flessore destro, e Smalling. Per l'inglese però le parole di Fonseca non hanno lasciato troppe speranze, anzi. C'è cautela sulle tempistiche. Contro lo Sporting Braga, dunque, Fonseca non sarà fuori dall'emergenza, ma almeno potrà gestire con relativa tranquillità il vantaggio prodotto nel suo Paese d'origine e sicuramente opererà alcune scelte in funzione del Milan.

Veretout e Villar, che erano diffidati, sono usciti indenni in tal senso da Benevento: probabile che uno dei due farà spazio a Diawara. A Karsdorp e Peres dovrebbe essere chiesto uno sforzo per giovedì (Santon, per dire, è ancora fermo), sperando che Spinazzola possa tornare presto più avanti. Abbondanza a trequarti: Mkhitaryan e Pellegrini potrebbero rifiatare, con Pedro El Shaarawy e Carles Perez pronti a giocare. In attacco solito dubbio Dzeko-Mayoral. L'impressione è che ci sarà ancora minutaggio per entrambi (ma difficilmente se non lo richiederanno le circostanze in coppia) e che il bosniaco possa far valere il suo peso soprattutto contro il Milan.

di: Gabriele Fasan