Intervenuto ai microfoni di TeleRadioStereo, Martin Van Geel, direttore sportivo del Feyenoord, ha parlato del terzino giallorosso Rick Karsdorp, che è uno dei prodotti più promettenti delle Academy della squadra di Rotterdam. Queste le sue parole:

Cosa pensa di Karsdorp dopo il grave infortunio?
"Le qualità di Karsdorp sono state evidenti sin dalle giovanili, dai tempi delle Academy: Rick era un centrocampista offensivo: sempre molto concentrato, con una buona tecnica e senza paura nel giocare in palcoscenici complicati. In prima squadra, con Fred Rutten gli è stato cambiato il ruolo, arretrandolo, e in questa nuova posizione si è trovato benissimo: ad esempio, contro la Roma in Europa League, giocò due ottime partite".

Non è preoccupato che il ragazzo possa "perdersi" dopo l'infortunio?
"No, è solamente stato molto sfortunato. Rick ha un fisico straordinario e un grande carattere. Vedrete che si riprenderà molto presto e farà vedere il suo valore". 

Qual è la caratteristica principale di Karsdorp come giocatore e come uomo?
"La grande qualità di Karsdorp è la stabilità. Come giocatore è molto equilibrato, convinto dei propri mezzi: del resto, questa motivazione la si anche nel modo in cui sta superando il suo infortunio".

Quale sarebbe la posizione, nel calcio italiano, di Rick Karsdorp: più avanzata o arretrata?
"Nel calcio italiano personalmente lo vedo nel 3-5-2 come esterno del centrocampo a 5, perché ha grande corsa e sa fare tutta la fascia".