14 calciatori in prestito tra principali campionati europei e Serie B. È questo il bilancio delle cessioni a titolo temporaneo della società giallorossa. Alcuni di questi sono stati ceduti con diritto ed obbligo di riscatto (Under, Cetin) altri, soprattutto i giovanissimi provenienti dalla primavera, con la formula del prestito secco. Esaminiamo allora le prestazioni dei "giallorossi emigrati", decisive per il loro futuro e per quello della Roma.

Viaggiando in Premier League troviamo Cengiz Under e Robin Olsen, rispettivamente a Leicester ed Everton. Il turco è sceso in campo al 75' nel big match contro l'Arsenal, risultando decisivo: è infatti lui a servire il pallone che Vardy deve solo spingere in rete e che consente alle Foxes di vincere il match. Solo panchina invece per lo svedese, relegato al ruolo di portiere di coppa e non in grado di impensierire la titolarità di Pickford.

In Portogallo l'unico rappresentante capitolino è Daniel Fuzato, portiere del Gil Vicente. L'estremo difensore non è però ancora mai sceso in campo con la nuova squadra.

Riavvicinandoci verso casa, più precisamente in Francia, troviamo l'ex capitano giallorosso Alessandro Florenzi ed il mai digerito acquisto Steven Nzonzi. Il difensore romano non scende in campo nella vittoria per 4-0 dei parigini contro il Dijon, tenuto a riposo dal tecnico Tuchel dopo essere partito titolare nell'incontro di Champions League contro il Manchester United. In campo per tutti i 90' Nzonzi con il Rennes nella sconfitta a sorpresa contro l'Angers, nonostante abbia giocato anche lui per intero la partita di martedì in Champions contro il Krasnodar.

In Bundesliga ha invece ormai raggiunto il ritmo partita Justin Kluivert. Dopo aver giocato solamente nei minuti di recupero la scorsa settimana ed essere subentrato per 20 minuti nella gara di Champions League contro il Basaksehir l'esterno è partito titolare nella partita tra Lipsia ed Herta Berlino. L'olandese non è però riuscito a lasciare il segno nell'incontro collezionando una prestazione piuttosto opaca e venendo sotituito al 65'. Avrà un'altra chance mercoledì contro lo United.

In Serie A ritroviamo Mert Cetin. Il centrale di difesa, ora al Verona, dopo un buon inizio di stagione è ancora ai box per la lesione al bicipite femorale della coscia sinistra. Il suo rientro in campo è fissato per inizio novembre ma dovrebbe tornare a giocare dall'inizio solamente dopo la sosta. È in Serie B, come prevedibile, che si concentra la più alta percentuale di calciatori della Roma in prestito. Quello monitorato con maggiore attenzione dalle parti di Trigoria è senza dubbio Alessio Riccardi. Il gioiellino classe 2001 è rimasto in panchina per tutti i 90' nella partita persa contro il Frosinone. Altro nome interessante è quello di Mirko Antonucci: l'esterno d'attacco della Salernitana imita l'amico Riccardi e non prende parte al match. Solo panchina anche per Celar con la Cremonese e Bouah con il Cosenza.

Fuori dal coro troviamo Ante Coric, catapultato al VVV-Venlo, in Eredivisie, e William Bianda, arrivato con molte aspettative per una cifra vicina ai 10 milioni di euro e ora allo Zulte Waregem, che disputa il massimo campionato belga. Il centrocampista croato ha l'onore di assistere da seduto al massacro dei suoi compagni, usciti sconfitti per 13-0 nel match contro l'Ajax dopo aver subito ben 45 tiri. Parte invece titolare il centrale difensivo francese classe 2000. Verrà sostituito dopo 58' con la sua squadra sotto per 3-0 contro l'Oostende.