In tempo di mercato si fa spesso riferimento ai famosi "segnali" che i calciatori mandano alle varie società attraverso dichiarazioni (proprie o affidate ai vari agenti o intermediari) e comportamenti di vario genere. Impossibile dimenticare, per fare un esempio, i "mal di pancia" di Zlatan Ibrahimovic con le maglie di Juventus, Inter, Milan e Barcellona, quando chiaramente manifestava la sua intenzione di voler andare via. Da qualche anno però, sempre con più costanza, i calciatori affidano ai propri canali ufficiali social il compito di manifestare il proprio umore e spesso lasciano ai loro follower qualche indizio. Certo, va certamente sottolineato che like e cuoricini non possono essere considerati fonti attendibili, ma spesso possono essere monito o conseguenza di quello che potrebbe realmente accadere, sul mercato e non solo.

Visualizza questo post su Instagram

El AMOR 💛

Un post condiviso da Wanda nara (@wanda_icardi) in data:

In tal senso vanno segnalati i movimenti social - molto frequenti - non di un calciatore, ma di Wanda Nara, moglie e agente del bomber dell'Inter Mauro Icardi (possibile obiettivo di mercato della Roma in caso di partenza di Edin Dzeko). La signora Icardi sin dall'inizio del calciomercato ha fatto capire quanto l'intera famiglia avrebbe gradito rimanere a Milano, nonostante fossero stati subito chiari i segnali dalla società nerazzurra di un allontanamento del marito dal nuovo progetto interista firmato Antonio Conte. Svariati sono stati infatti i like di Wanda ai tifosi interisti che su Twitter e su Instagram chiedevano alla famiglia Icardi di rimanere a Milano. Una Wanda che ha spesso postato foto e Instagram stories dei figli vestiti di nerazzurro per confermare quanto fossero pari a zero le intenzioni di lasciare il capoluogo lombardo. Con il passare del tempo però qualcosa è cambiato e i movimenti social di Wanda hanno fatto sognare una parte dei tifosi giallorossi.

Visualizza questo post su Instagram

ROMA AMOR 🍝

Un post condiviso da Wanda nara (@wanda_icardi) in data:

Tutto inizia il 17 luglio, quando l'agente del giocatore posta una foto dal terrazzo di un noto albergo della capitale (dove Wanda era presente per partecipare a un importante evento di moda) con la didascalia "Roma Amor". Sin da subito i tifosi giallorossi hanno associato quel post a una possibile apertura di Icardi alla Roma. Ma non è finita qui. Lo scorso 4 agosto Wanda twitta sul suo profilo in spagnolo: "Insegneremo al mondo cos'è l'amore". È ancora la presenza della scritta "Amor" (seguita da un cuore rosso) a suscitare l'entusiasmo dei tifosi della Roma, che iniziano a inondare di commenti con cuori giallorossi il post della moglie dell'argentino. Il tutto fino ad arrivare al 9 agosto, giornata social per eccellenza, dove il difensore della Roma Juan Jesus commenta l'ultimo post di Mauro Icardi con un inequivocabile "ti aspetto" seguito da cuori giallorossi. Il pubblico social romanista "esplode" di entusiasmo e inizia a credere veramente a un possibile arrivo del bomber argentino nella capitale. E Wanda? Ovviamente non poteva mancare all'appello dei post "criptici". La moglie di Mauro ha infatti pubblicato sul suo profilo una foto proveniente da uno shooting fotografico accompagnato ancora dalla scritta "el Amor" seguita da un cuore giallo (l'ultima volta rosso). Solo 24 ore prima Wanda aveva postato alcune foto dello stesso album vestita da sposa dove abbracciava... Un cane lupo.

Visualizza questo post su Instagram

🐶

Un post condiviso da Wanda nara (@wanda_icardi) in data:

Impossibile trattenere le deduzioni logiche dei tifosi romanisti che hanno subito associato questi scatti a un possibile "matrimonio" della famiglia Icardi con la Lupa giallorossa. Va detto però che Wanda Nara non è nuova a questi "giochini". Già nella scorsa estate infatti la moglie di Icardi, sempre al centro di voci di mercato, aveva postato su Instagram una storia con una zebra dal suo safari in Sudafrica, scatenando l'entusiasmo dei tifosi bianconeri e la rabbia di quelli interisti. Come già detto, questi indizi social vanno generalmente considerati solo per quello che sono. E questo vale anche per quello che riguarda gli esempi citati, anche se, come hanno notato tutti i tifosi romanisti, questi "segnali social" iniziano a essere tanti.