Le parole del nuovo portiere della Roma, Pau Lopez, ai microfoni di Roma Tv. Queste le sue dichiarazioni:

"La Roma è una tappa importante della mia carriera ed è un passo in avanti. Era il momento ideale per cogliere questa occasione. Mi sento in grado e capace di assumermi la responsabilità di difendere la porta della Roma e sono felice di essere in un club grande e storico come questo e che ha riposto fiducia in me. Quando un club come la Roma mostra interesse in te è impossibile dire di no. Il Betis per me è stata una tappa importante, ma ora era il momento giusto per accettare questa nuova sfida. Il calcio italiano è sinonimo di tifosi appassionati, tifoserie che vivono e respirano il calcio e grandi squadre che fanno del campionato italiano un torneo di grande qualità e evidentemente tra queste grandi squadre c'è anche la Roma e sono felicissimo di vivere questa esperienza. In campo cerco di divertirmi e aiutare la squadra seguendo le indicazioni del mister. Cerco sempre di fare quello che mi chiede anche nei momenti più difficili, cercando di rimanere freddo e concentrato. In particolare ho sempre guardato con attenzione i portieri con cui ho giocato, che erano davanti a me, perché in un certo momento della carriera all'Espanyol avevo davanti Alvarez che era argentino, poi ho condiviso la porta con Kiko (Casilla ndr) e Hugo Lloris al Tottenham, ho sempre cercato di guardare capire i segreti dei portieri che avevo davanti: è il modo migliore per imparare e seguire le loro orme. L'ambizione è il coraggio sono la base e i concetti del discorso del mister alla squadra prima dell'allenamento, del resto è l'unica cosa cosa che si può chiedere a calciatori che rappresentano un club storico come la Roma e indossano una maglia così pesante. Ambizione e coraggio non devono mai mancare in allenamento e in partita se si rappresenta un club così storico, con questa tifoseria e con questa ambizione. Da parte nostra dobbiamo fare il possibile per portare questo club il più in alto possibile. Quello che posso promettere è che darò sempre il massimo per questa squadra, sono consapevole dello sforzo che ha fatto il club per avermi qui e prometto lavoro, sacrificio e umiltà. A livello personale non mancherà mai l'impegno".