La Roma torna a Pinzolo. Ci era stata per l'ultima volta due estati fa, durante le prime settimane di Eusebio Di Francesco sulla panchina giallorossa, per poi svolgere il ritiro 2018 a Trigoria. Quest'anno invece si torna alle vecchie abitudini: la società ha presentato negli scorsi giorni un'offerta ufficiale al Comune di Pinzolo per svolgere il ritiro e oggi il CdA dell'Azienda turistica locale si riunirà per approvarla. Tra questo atto formale e la comunicazione dell'ufficialità ci sarà poi un solo altro passaggio: la stipula del contratto tra il club e l'Azienda per il Turismo di Madonna di Campiglio, Pinzolo e Val Rendena. Anche se, ovviamente, la Roma ha già incassato la disponibilità di massima da parte dell'amministrazione comunale di Pinzolo.

Le date, in linea di massima, andranno dal 28 giugno al 7 luglio. Potrebbero ballare un giorno all'inizio e uno alla fine: all'inizio perché la Roma potrebbe riunirsi a Trigoria il 28 per poi partire la mattina seguente, alla fine perché - probabilmente per questioni legate all'ultima amichevole, che di solito è il "main event" del ritiro - il ritorno a casa potrebbe slittare di un giorno, ovvero al lunedì, sempre che Fonseca acconsenta.

A dare il cambio alla Roma sarà poi il Benevento che, secondo l'indiscrezione del giornale locale ottopagine.it, inizierà il ritiro a Pinzolo attorno al 7 luglio: ha già in programma amichevoli contro Napoli, Fiorentina e Cagliari, ma non è da escludere che - se le due società giallorosse combaceranno per uno o due giorni - possano sfruttare la coincidenza per organizzare una amichevole in maniera semplice e rapida. Le visite mediche di rito dovrebbero invece iniziare qualche giorno prima della partenza per il Trentino, attorno al 24-25 giugno, sempre a Trigoria. Un mese dopo, il 25 luglio - sempre che dal Tas non dovessero arrivare novità - la Roma giocherà la sua prima partita ufficiale della stagione per i preliminari di Europa League.