Una bella sorpresa per chi è allo stadio per Roma-Juventus. Marcos Cafu, eroe del terzo scudetto giallorosso e due volte campione del mondo con la maglia del Brasile, è stato l'ospite d'onore del prepartita. L'ex terzino è stato accolto da un'ovazione mentre attraversa la pista d'atletica davanti alla Curva Sud, poi il brasiliano si è dilettato in alcuni palleggi  per poi scagliare la palla in  Curva. Prima di salutare i suoi ex tifosi ha indossato la maglia numero 2 della Roma ricevendo l'applauso di tutto lo stadio.

Nella pancia dell'impianto, prima di andare sotto la Curva, Cafu ha anche incontrato Pavel Nedved, vicepresidente della Juventus, che all'epoca in cui vestiva la maglia della Lazio è stato protagonista involontario di una spettacolare azione in cui Cafu gli ha palleggiato più volte sulla testa.

Cafu ha poi rilasciato alcune dichiarazioni a Roma Tv: "Impressionante, una volta che torno a Roma vedere il bene che mi vogliono questi tifosi a cui anche io voglio bene. Sempre una grande emozione, sempre un piacere. E poi in questo stadio abbiamo fatto un po' di belle cose. In campo abbiamo dato tutto, giocato con il cuore, amato questa città e questa squadra per il tempo che siamo stati qui, il riconoscimento dei tifosi è stato bello. Momento molto difficile, sappiamo di dover fare una grande gara oggi perché gli altri risultati non sono stati buoni per noi. Dobbiamo fare il nostro dovere, battere la Juve e vedere cosa succedere nelle altre due partite. Se esiste uno come me oggi in Serie A? A me non è mai piaciuto parlare di uno che mi assomiglia, ognuno fa il suo con le sue caratteristiche. Però non faccio nomi, ma ci sono grandi terzini destri in Serie A".