E' arrivato il via libera dalla Conferenza dei servizi per quanto riguarda il progetto dello Stadio della Roma. Poco dopo la notizia, il dg giallorosso Mauro Baldissoni è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per commentare questo storico passo: 

"Entreremo nella storia quando l'avremo costruito. Abbiamo compiuto un altro passo verso la storia, è di pochi minuti fa la notizia che la Conferenza dei Servizi ha approvato il progetto dello Stadio. Speriamo di avviare la costruzione ad aprile-maggio e di giocare la prima partita ad agosto 2020. Lo stadio è frutto di un lavoro di squadra: quando si lavora in squadra si ottengono risultati. E' un progetto così grande che lo definirei di sistema. Ringrazio tutti, anche la Sindaca che prima ha voluto cambiare il progetto ma poi ha avuto grande coerenza nel portarlo a termine. Ringrazio anche la Regione perché il lavoro di regia è stato complicatissimo ed è grazie a loro che si è riusciti a seguire un percorso così complesso. Infine ringrazio il Governo che ha avviato delle riforme che intercettano le esigenze del calcio. Dimostreremo che si possono realizzare grandi progetti con investimenti privati, anche stranieri. Sul nostro progetto non c'è denaro pubblico. Il ponte si farà perché era già previsto con denaro pubblico. Tutti i pareri in Conferenza hanno detto che il ponte non è indispensabile, ma se ci sarà ovviamente sarà qualcosa di positivo. Pallotta è molto felice e mi ha chiesto al telefono: "La gente ora è finalmente contenta?". Pensa più ai tifosi che a se stesso."

Lo stadio della Roma è realtà. La Conferenza dei Servizi ha da poco terminato i propri lavori approvando il progetto presentato da Roma e Eurnova. Presenti alcune prescrizioni tra le quali l'adozione da parte del Comune della Variante Urbanistica, passaggio questo previsto per legge.

Poco dopo la notizia, il dg giallorosso Mauro Baldissoni è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per commentare questo storico passo:  "Entreremo nella storia quando l'avremo costruito. Abbiamo compiuto un altro passo verso la storia, è di pochi minuti fa la notizia che la Conferenza dei Servizi ha approvato il progetto dello Stadio. Speriamo di avviare la costruzione ad aprile-maggio e di giocare la prima partita ad agosto 2020. Lo stadio è frutto di un lavoro di squadra: quando si lavora in squadra si ottengono risultati. E' un progetto così grande che lo definirei di sistema. Ringrazio tutti, anche la Sindaca che prima ha voluto cambiare il progetto ma poi ha avuto grande coerenza nel portarlo a termine. Ringrazio anche la Regione perché il lavoro di regia è stato complicatissimo ed è grazie a loro che si è riusciti a seguire un percorso così complesso. Infine ringrazio il Governo che ha avviato delle riforme che intercettano le esigenze del calcio. Dimostreremo che si possono realizzare grandi progetti con investimenti privati, anche stranieri. Sul nostro progetto non c'è denaro pubblico. Il ponte si farà perché era già previsto con denaro pubblico. Tutti i pareri in Conferenza hanno detto che il ponte non è indispensabile, ma se ci sarà ovviamente sarà qualcosa di positivo. Pallotta è molto felice e mi ha chiesto al telefono: "La gente ora è finalmente contenta?". Pensa più ai tifosi che a se stesso."

Anche il Presidente James Pallotta ha commentato la notizia:  "Quella di oggi è una giornata cruciale per Roma e per la Roma. Ci tengo, innanzitutto, a ringraziare le istituzioni e le autorità competenti, che hanno lavorato con dedizione e trasparenza per completare il lungo e complesso iter amministrativo che ha dato il via libera al nostro progetto", ha dichiarato il presidente giallorosso. "Sono molto felice per quello che questa decisione può rappresentare per la Città, per lo sviluppo futuro del Club e per i tifosi, a cui vogliamo dare la nuova casa che meritano. Siamo tutti entusiasti di poter iniziare i lavori per costruire uno stadio che renderà i tifosi della Roma di oggi e di domani fieri di indossare i nostri colori e di intonare i nostri cori. Il nostro progetto rappresenterà un elemento di crescita per la città, diventando un piccolo tassello della sua incredibile storia. Sono certo, inoltre, che lo Stadio della Roma sarà molto importante per far tornare il calcio italiano nel posto che si merita. Forza Roma".

di: La Redazione