Il comunicato

FOTO - La Roma ospita a Trigoria 60 società calcistiche del territorio

I rappresentanti sono stati accolti dal CEO Pietro Berardi e dal GM Tiago Pinto. L'iniziativa è mirata a rafforzare il legame fra il club e le realtà che lo circondano

Una panoramica dell'incontro avvenuto a Trigoria (Crediti: AS Roma)

Una panoramica dell'incontro avvenuto a Trigoria (Crediti: AS Roma)

La Redazione
21 Aprile 2022 - 18:05

L'AS Roma ha ospitato oggi nel centro sportivo Fulvio Bernardini 60 rappresentanti di varie squadre che fanno parte del territorio di Roma e della regione Lazio. L'incontro è stato voluto dalla società giallorossa per rafforzare il legame fra il club e le società calcistiche regionali locali e del territorio. I rappresentanti dei 60 club sono stati accolti e salutati dal Ceo dell'AS Roma, Pietro Berardi, e dal General Manager Tiago Pinto

Il meeting è stato condotto dal Responsabile del Settore Giovanile, Vincenzo Vergine. Durante l'incontro sono state illustrate le strategie dell'AS Roma rispetto al processo di formazione dei propri ragazzi: la collaborazione con le società calcistiche radicate a Roma e nel Lazio rappresenta un passaggio chiave nel piano di crescita del Settore Giovanile e della Prima Squadra. Di seguito il comunicato della società: 

"L'iniziativa di oggi, la prima di una serie che coinvolgerà le diverse realtà calcistiche del territorio, si inserisce in un programma più ampio che è volto a rinsaldare il naturale rapporto tra l'AS Roma e Roma", ha spiegato Vergine.

"Con Tiago Pinto – ha proseguito il Responsabile del Settore Giovanile - stiamo lavorando a un progetto che si basa sulla condivisione di principi sia all'interno dell'AS Roma stessa, dalla Prima Squadra maschile e femminile alle diverse rappresentative del Settore Giovanile maschile e femminile, sia all'esterno tramite la relazione con le società presenti a Roma e nel Lazio".

"Tutti noi – ha affermato infine Vergine - nutriamo il desiderio di proiettarci a livello internazionale attraverso un costante "knowledge exchange" con gli altri club europei, ma per farlo dobbiamo tenere vivo e costante il legame con la città e con le realtà che la circondano: l'obiettivo ultimo è creare le condizioni migliori per favorire il processo di crescita del calciatore, che sarà sempre al centro del nostro progetto, accompagnandolo nello sviluppo professionale e personale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA