Leonardo Spinazzola è stato protagonista del nuovo appuntamento dell'iniziativa di Roma Cares  'A Scuola di Tifo - Willy Monteiro'. "Si possono compiere atti di bullismo non solo con le mani - ha detto l'esterno giallorosso, in collegamento con gli studenti dell'Istituto Comprensivo Dionigio Romeo Chiodi, per parlare del fair play e del problema bullismo e cyberbullismo - ma anche e soprattutto con le parole, che spesso possono ferire addirittura di più. Io cerco sempre di insegnare a mio figlio cosa sia il rispetto, provo a fargli capire quanto sia importante comportarsi nel modo giusto con tutti e a insegnargli a proteggere e difendere i bambini che, come lui, potrebbero trovarsi in difficoltà". E poi ancora: "È quello che faccio anche io quando gioco una partita, cerco sempre di rispettare i miei avversari e gli arbitri, perché ognuno ha il suo ruolo e le proprie idee. E questo è il modo in cui mi comporto anche nella vita, fuori dal campo"