José Mourinho, allenatore della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo la partita persa dai giallorossi in casa contro il Milan:

Mourinho a Dazn

Ancora una volta si è visto il cuore della Roma. Nel secondo tempo ha provato a riprendere una partita che era scappata via. Come mai in certe gare, la partita scappa nel primo tempo?

"Complimenti al Milan e non voglio dire niente di più perché se parlo domenica non sono in panchina. Mi dà rabbia la mancanza di rispetto per i nostri tifosi e quelli che amano la Roma. Anche in una partita in cui non abbiamo giocato bene e abbiamo lasciato tutto, questo rispetto che abbiamo noi gli altri non lo hanno. Poi basta".

Mourinho in conferenza stampa

Giudizio sulla partita e sull'arbitraggio?
"Per questa ragione non voglio parlare. Domenica voglio essere in panchina, non voglio avere nessun tipo di processo disciplinare. Mi limito a fare i complimenti al Milan che ha vinto. Fa male al cuore vedere che non c'è rispetto per il romanismo, non c'è rispetto. Il rispetto che abbiamo noi professionisti della Roma e il rispetto che tutti dovevano avere e non è così. Non abbiamo giocato bene, abbiamo giocato contro una squadra con qualità individuale, collettiva, con lavoro di anni. Abbiamo giocato contro una grande squadra. Ma è una partita senza rispetto per i romanisti. Mi fa male, non dico nulla di più. Ho fatto uno sforzo e sono riuscito a portare tutti i miei giocatori allo spogliatoio senza aspettare l'arbitro sulla porta. Siamo riusciti a controllare le emozioni, ora voglio stare in panchina domenica. Ciao, grazie e scusate".