Sei punti dopo le prime due giornate di campionato. Ha iniziato così, facendo subito punteggio pieno prima della sosta per le gare delle nazionali, l'avventura in Serie A sulla panchina della Roma José Mourinho. Potrebbe sembrare effettivamente una cosa da poco, ma erano ben sette anni che i giallorossi non vincevano le prime due partite di campionato: correva il 2014 e in panchina c'era Rudi Garcia, che nella stagione precedente aveva segnato il record italiano di 10 vittorie nelle prime 10 giornate (e chissà che lo Special One non guardi anche a questo record). Sotto i colpi della Roma di Mou sono cadute Fiorentina e Salernitana, mentre quella del tecnico francese ebbe la meglio, oltre che sempre sui viola alla prima giornata, anche sull'Empoli.

Poi, dopo Garcia, nessuno, prima dello Special One, era riuscito a fare bottino pieno dopo le prime due partite di campionato: da Spalletti al biennio di Fonseca, passando per quello sotto la gestione di Di Francesco. A differenza di Garcia, però, Mourinho ha dovuto preparare anche il playoff di Conference League contro il Trabzonspor, avversario tutt'altro che comodo, con la partita di ritorno che si è giocata proprio in mezzo alle due gare. Le quattro reti rifilate alla Salernitana hanno permesso all'allenatore portoghese di sfatare un altro piccolo tabù di queste parti: la Roma, infatti, non vinceva la seconda giornata di Serie A dal 2015 quando, sempre con Garcia, vinse 2-1 all'Olimpico contro la Juventus. Nelle successive stagioni, nel secondo turno di Serie A, erano arrivati soltanto quattro pareggi e una sconfitta.