Abel Xavier, ex calciatore portoghese alla Roma nel 2004-05, ha parlato della sfida di Europa League tra i giallorossi e il Braga a O Jogo:

"Sono due squadre che fanno un calcio di dominio, fatto di possesso palla, quindi onestamente non posso dire che sia favorita l'una o l'altra. Ora, credo che sarà una partita di alta qualità. Vincerà chi farà meno errori e chi sarà più forte sulle seconde palle, che possono essere decisive", ha detto il portoghese.

"La Roma è una squadra estremamente competitiva e molto ben guidata da Paulo Fonseca - prosegue Xavier -. Lui ha impresso un timbro personale alla squadra che incontra ciò che piace al tifoso, cioè un calcio dominante, legato a un'idea di gioco positiva". Mentre sul Braga ha detto: "Ha aumentato la competitività grazie al grande lavoro della società. Carlos Carvalhal è uno degli allenatori più qualificati del calcio europeo per quanto riguarda la preparazione delle squadre e la riduzione del gap competitivo. Il calcio del Braga ha le caratteristiche personali dell'allenatore stesso, che apprezzo molto, e dinamiche di dominio specifiche sul gioco, cambiando anche le idee a seconda di ciò che il gioco richiede".

Xavier ha poi parlato degli infortuni che hanno colpito il Braga, soprattutto nel reparto arretrato: "La difesa è un po' compromessa, ma credo nelle capacità di Carvalhal, che ha sempre trovato soluzioni e la squadra ha sempre risposto bene".

"Il punto è che entreremo in una fase di alta competitività in termini di tempi di recupero e partite. Credo che il Braga abbia una rosa ridotta, quindi questa gestione va fatta con molta attenzione, ma non ho dubbi che continuerà a farlo. essere competitivo, sia in Europa che a livello nazionale ", ha concluso Abel Xavier.