Uno shock per il Braga. Le immagini dell'infortunio occorso al difensore ventunenne David Carmo al 66' della semifinale d'andata della Coppa di Portogallo tra la prossima avversaria della Roma in Europa League e il Porto (che invece sfiderà la Juve in Champions), hanno fatto il giro del mondo sul web. Considerato uno dei maggiori talenti del calcio portoghese, il difensore portoghese aveva già gli occhi delle grandi d'Europa addosso e allo stadio Municipal di Braga, dove sarà di scena la Roma giovedì prossimo alle 18.55, è successo davvero di tutto, al di là del risultato di 1-1 maturato che è praticamente passato in secondo piano.

Non solo le immagini di sofferenza del giocatore, dopo l'impatto violento con Luis Diaz (espulso solo dopo la Var review) che ha portato alla frattura di tibia e perone (o meglio, caviglia bimalleolare), ma anche la curiosa scena dei giocatori di Braga e Porto che hanno spinto fuori dal campo l'ambulanza che doveva trasportare il calciatore in ospedale, rimasta in panne nell'erba forse troppo bagnata con le gomme che hanno iniziato a slittare. David Carmo aveva anticipato Luis Diaz e i tacchetti dell'avversario sono finiti proprio sulla sua gamba, per un colpo durissimo. Il calciatore del Porto ha più volte ribadito l'involontarietà del suo intervento, ma è stato inutile.

Ora Carmo dovrà stare fermo almeno quattro mesi, si parla già di stagione finita. «Ne ho passate tante e questo è solo un altro ostacolo, il mio passato mi ha reso un soldato della vita», ha scritto ieri sui social network il numero 16 del Braga. Diversi ex compagni e colleghi hanno lasciato parole di incoraggiamento sulla bacheca del centrale portoghese: «Tanta forza da guerriero», ha scritto João Palhinha, centrocampista dello Sporting che ha giocato con Carmo a Braga. «Sei il migliore», ha risposto Francisco Trincão, anche lui ex compagno, ora al Barcellona. Rafael Leão, Yuri Ribeiro, Diogo Viana, Alex Pinto e Wilson Eduardo sono solo alcuni altri esempi di giocatori che hanno dato forza al giocatore.

Un presente da predestinato, quello di Carmo, che dovrà conoscere una pausa adesso. Il difensore già a maggio scorso era seguito, anche in Italia. Non solo dalla Sampdoria, ma dalla Roma di Fonseca stesso che ne apprezza le qualità anche di palleggiatore (ha ricoperto anche il ruolo di mediano). Sinistro, ottima visione di gioco, aveva un contratto con il Braga fino al 2023 e una clausola rescissoria fissata a 20 milioni di euro. Pochino, s'è pensato, vista la crescita esponenziale del giocatore. Così il club guidato da António Salvador a inizio novembre ha annunciato il rinnovo fino al 2025 con una clausola raddoppiata.

Del resto, con la Nazionale Under-19 portoghese ha vinto il campionato europeo di categoria nel 2018, mentre con il Braga ha conquistato la coppa di Lega portoghese nella stagione scorsa. Liverpool e Manchester United si erano informati sul suo conto, con Klopp che stravede per lui. Anche a dispetto di un caratterino non proprio tranquillo: nella stagione in corso ha collezionato già due cartellini rossi, entrambi in trasferta (gli sono costati entrambi due turni di squalifica), uno nella gara di campionato contro il Guimaraes, dove oltre all'espulsione per un intervento molto duro ha preso per il collo un avversario, e l'altro con il Belenenses. A fine 2020, poi, il coronavirus l'aveva tenuto distante dai campi per due partite. David Carmo ovviamente salterà il doppio confronto dei sedicesimi di finale in Europa League con la Roma. Un'altra perdita di un punto fermo per Carlos Carvalhal, dopo il centravanti Paulinho, passato nella recente sessione di mercato allo Sporting, sostituito recentemente da Ruiz o Sporar nel ruolo di terminale offensivo. Il Braga comunque punterà come sempre sul collettivo.