Il gruppo G del Mondiale dà i suoi primi verdetti. Sconfiggendo la Tunisia allo Spartak Stadium, il Belgio ottiene il passaggio agli ottavi di Russia 2018. La squadra di Martinez può fare affidamento su una straordinaria quantità di talenti e, con un po' di equilibrio tattico, i risultati non tardano ad arrivare.

Senza alcun dubbio il potenziale offensivo che esprimono i belgi trova una prova nel risultato finale: 5-2 ed altri tre punti nel raggruppamento. La Tunisia ha cercato di fare la sua partita senza concedere troppo ma ha dovuto soccombere per i colpi di Hazard (6' rig, 51') Lukaku (16', 45+3') e Batshuayi (90'). Inutili le reti di Bronn (18') e Khazri (90+3').

Una delle doppiette del Belgio, quella di Romelu Lukaku, consente all'attaccante dello United di entrare nella storia dei mondiali. Già da tempo attestatosi come miglior marcatore nella storia della sua nazionale, il classe '93 ha messo a segno 4 gol equamente suddivisi nelle prime due presenze in questo Russia 2018. Non accadeva dal 1986 e a farlo era stato Diego Armando Maradona.

Con tutto questo talento, il Belgio si mostra pronto agli ottavi di finale, aspettando la risposta dell'Inghilterra impegnata contro Panama, per poi decidere tutto all'ultima giornata per quanto riguarda la leadership del girone.