Il Brasile è vicino agli ottavi di finale, ma contro la Costa Rica ha dovuto soffrire fino ai minuti di recupero della ripresa, quando Coutinho, già decisivo contro la Svizzera, è riuscito a trovare la via della rete. I Ticos si sono presentati alla Zenit Arena con la solita difesa ordinata, guidata dal portiere del Real Madrid, Keylor Navas, e dal trio difensivo Acosta-Duarte-Gonzalez. Una partita dominata dal Brasile, che si è visto annullare un gol di Gabriel Jesus nel primo tempo per chiara posizione di fuorigioco sul tiro di Marcelo. Nel secondo tempo i verdeoro cingono d'assedio la difesa costaricense, con i Ticos che si affiddano solamente a rapidi, ma sporadici, contropiedi. Al 33' del secondo tempo Neymar viene trattenuto da Gonzalez, l'arbitro Kuipers fischia il rigore, ma viene richiamato dal VAR: dopo una rapida consultazione presso lo schermo a bordo campo, il fischietto olandese annulla la sua decisione, innescando le proteste dei brasiliani. La situazione si sblocca solamente al 91', quando Coutinho raccoglie la sponda di Firmino, sporcata da Gabriel Jesus, e appoggia alle spalle di Navas la rete del vantaggio. La Costa Rica, che aveva resistito fino ai minuti di recupero, tenta invano di recuperare il risultato, e su un rapido ribaltamento di fronte Douglas Costa trova Neymar al centro dell'area di rigore: la stella della nazionale brasiliana segna al 97' la rete del raddoppio, che allontana i fantasmi del fallimento che aleggiavano sul commissario tecnico Tite. Alisson e compagni dovranno conquistare il pass per gli ottavi all'ultima giornata, nella sfida contro i serbi capitanati da un altro giallorosso, Aleksandar Kolarov.