Il commissario tecnico della Nazionale, Roberto Mancini, ha parlato in conferenza stampa in vista dei prossimi impegni dell'Italia contro Grecia e Bosnia. Queste alcune delle sue parole:

Le prossime due gare saranno esami per i calciatori più giovani? Questo è uno dei migliori momenti per i talenti italiani?
"Non so se sia il miglior momento, ma è difficile che in Italia non vengano fuori giovani per la Nazionale. In questo ultimo anno ne sono cresciuti diversi, come Barella, Zaniolo o Kean, e invece sono stati bravi ad arrivarci. Credo sia un buon momento per i nostri giovani, come sempre ce ne sono in Italia. Le prossime due saranno probabilmente le due gare un po' più difficoltose, la Grecia è una squadra ottima composta da giocatori tecnici. Non sono preoccupato, ma dobbiamo avere rispetto perché stanno producendo un buon calcio. Nella Bosnia ci sono un paio di calciatori che conosciamo bene come Pjanic e Dzeko e credo siano anche i più pericolosi".