Da Bernat a Danny Ings, passando per Robin Olsen. Nella lista che il The Guardian ha stilato per classificare i migliori dieci affari per rapporto qualità prezzo dell'ultima sessione di mercato estiva, appare anche la trattativa che ha portato Robin Olsen dal Copenaghen alla Roma. "È stata un'estate mista per Monchi", ha scritto il giornalista inglese Niall McVeigh, "Javier Pastore e Steven Nzonzi sono arrivati a meno di 25 milioni di sterline ciascuno, ma il club è rimasto a bocca aperta per la vicenda Malcom. L'ingaggio più furbo di tutti potrebbe essere stato quello di Olsen. Il n. 1 della Svezia ha fatto bene alla Coppa del Mondo e ha l'esperienza della Champions League con Copenaghen e Malmö. Olsen ha grandi guanti da riempire dopo la partenza di Alisson, ma il suo dovrebbe essere un paio di mani sicure, comprato a poco più di un decimo della quota del brasiliano venduto 65 milioni di sterline".

I 10 migliori affari per rapporto qualità-prezzo per il Guardian

William Carvalho, dallo Sporting al Betis (15 milioni di euro)

Alban Lafont, dal Tolosa alla Fiorentina (7,5 milioni di euro)

Juan Bernat, dal Bayern al PSG (15 milioni di euro)

Robin Olsen, dal Copehagen alla Roma (8,5 milioni di euro)

Joao Moutinho, dal Monaco al Wolverhampton (5,5 milioni di euro)

Danny Ings, dal Liverpool al Southampton (prestito con obbligo di riscatto fissato a 20 milioni di euro)

Paco Alcacer, dal Barcellona al Borussia Dortmund (2 milioni di euro per il prestito, diritto di riscatto fissato a 20 milioni di euro)

Hamza Mendyl, dal Lille allo Schalke (7 milioni di euro)

Fabian Schär, dal Deportivo al Newcastle (3,5 milioni di euro)

Saman Ghoddos, dall'Ostersunds all'Amiens (3,5 milioni di euro)