Francesco Totti è stato premiato ieri al Firenze per il suo ingresso nella Hall of Fame del calcio italiano. Il numero 10 ha rilasciato alcune dichiarazioni al canale ufficiale della Nazionale italiana. Ecco le sue dichiarazioni.

Che significa per lei questo riconoscimento?
Un riconoscimento importante, per il giocatore e per la persona. In tutti questi anni ho dato il massimo, soprattutto in campo, e alla fine i risultati sono questi.

Un tuo ricordo di Coverciano?
Quando entri in questa grande casa porti con te ricordi stupendi. Dall'Under 15 fino a vincere il mondiale di Berlino. È un'esperienza indimenticabile che porterò con me per sempre. Poi condividere tanti giorni con i miei compagni, trovare amicizie nuove, confrontarsi, scherzare e ridere: sono momenti indimenticabile che sono contento di aver condiviso con loro.

Quali sono i due momenti più belli con la Roma e con la Nazionale?
La vittoria dello scudetto con la Roma perché era il mio sogno fin da bambino e volevo con le mie mani questa cosa così importante per Roma, poi l'obiettivo per gli italiani è poter vincere un mondiale. Nel 2006 io facevo parte di questo gruppo e sono veramente onorato e orgoglioso di averlo vinto.

Immagino tu sia onorato di essere ambasciatore per Euro 2020 dove Roma sarà protagonista.
Non c'è una piazza migliore per poter fare questo Europeo. Ringrazio il presidente Gravina per avermi reso partecipe per questo evento. Io ho accettato per la mia città, per Roma, per l'Europeo e per tutto quello che comporta questo trofeo. Sono contento di essere ambasciatore, sia per Roma che per l'Italia.