Il preparatore dei portieri della Seleção Taffarel ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in conferenza stampa sul portiere della Roma Alisson:

"Il suo punto di forza è la personalità. Questo è esattamente ciò che lo ha aiutato a superare la difficoltà di rimanere seduto per un anno sulla panchina della Roma. La fiducia che gli abbiamo dato ha fatto molta differenza. La cosa normale sarebbe dire che, poiché non stava giocando lì, non poteva giocare qui. Ma no. Ci siamo sentiti molto sicuri che stava dando il massimo. Alisson è cresciuto molto anche grazie al lavoro fatto a Roma e lo ha dimostrato, penso che sia tra i migliori al mondo. Se è in assoluto il miglior portiere del mondo? Difficile. Prima abbiamo parlato di Neuer, soprattutto dopo la Coppa del Mondo 2014. Alisson sta entrando in questo stesso livello di sicurezza e gioca molto bene con i piedi, è molto vicino a quella scuola. Anche De Gea mi piace. Ma durante il Mondiale avremo un'idea più generale di chi può essere il migliore ".

"Anche quando non giocava a Roma, è venuto qui e ha giocato bene. Anche gli italiani ora riconoscono il suo potenziale. Nulla è cambiato nella sua testa, lui è sempre lo stesso giocatore con i piedi per terra, anche con queste voci che vogliono il Real Madrid e il Liverpool interessate, lui non si agita, non si eccita".