Il 9 luglio del 2006, tredici anni fa, in Germania all'Olympiastadion di Berlino la Nazionale italiana si laureava Campione del Mondo, battendo ai rigori per 5-3 la Francia. Quella serata è rimasta indelebile nei ricordi di tutti i tifosi azzurri, in particolare nei cuori dei tifosi giallorossi. Quella sera in campo scesero infatti ben tre giocatori della Roma: Francesco Totti e Simone Perrotta, che furono schierati dal primo minuto, e Daniele De Rossi, che dopo esser stato espulso alla seconda partita del girone contro gli Stati Uniti, rientrava per disputare la finale contro i francesi partendo dalla panchina; il numero sedici giallorosso subentrava al posto del numero dieci per rendersi protagonista battendo uno dei rigori decisivi nella lotteria finale. Alla fine furono gli azzurri capitanati da Paolo Cannavaro ad alzare al cielo per la quarta volta la Coppa del Mondo