L'emergenza infortuni si è abbattuta sulla Roma in maniera ancor più catastrofica che in passato. Pur non trascurando alcun reparto della sempre più ridotta rosa a disposizione di Paulo Fonseca, l'ecatombe si è particolarmente accanita sulla mediana, decimando il reparto che ai nastri di partenza era stato indicato come uno dei più completi e affidabili. Dopo l'infortunio di Bryan Cristante, Jordan Veretout è rimasto l'unico interprete puro del ruolo a disposizione e, nonostante la soluzione interna sembri ad oggi la più percorribile, l'ipotesi che si possa attingere al mercato degli svincolati non si può escludere a priori.

Gli svincolati

Un mercato, in realtà, non così ricco di alternative, anche in virtù del fatto che in estate sono già stati occupati i due slot da extracomunitario con gli ingaggi di Cetin e Mkhitaryan. Un altro paletto da tenere in considerazione riguarda le tempistiche dello svincolo, visto che possono essere ingaggiati subito solamente i calciatori che risultavano già svincolati entro le 22 del 2 settembre, ultimo giorno del calciomercato estivo. Un parametro che, ad esempio, esclude dalla lista dei tesserabili Lucas Silva (extracomunitario peraltro), liberatosi dal Real Madrid il 4 settembre, e Valon Behrami che ha rescisso con il Sion a inizio ottobre. Tra gli svincolati italiani, i più famosi sono Lorenzo Crisetig (26), liberato a fine giugno dal Bologna dopo il prestito al Benevento, Riccardo Montolivo (34), svincolatosi dal Milan e Antonio Nocerino (34), che ha rescisso con il Benevento addirittura nel dicembre del 2018. Dall'Empoli si è invece liberato lo scorso luglio Marcel Büchel (28), che nell'ottobre del 2015 segnò il gol della bandiera per i toscani all'Olimpico (3-1 il risultato finale). Emil Hallfredsson si è invece svincolato dall'Udinese. Dando un'occhiata all'estero, uno dei profili più interessanti è anche irraggiungibile per via del suo status da extracomunitario e risponde al nome di Sekou Sanogo (30), già accostato alla Roma in passato.

L'ipotesi più affascinante riguarda tuttavia la trequarti ed è rappresentata da Hatem Ben Arfa (32). Sul talento e le qualità tecniche dell'ex Marsiglia e Psg, c'è senza dubbio poco da obiettare, ma la sua carriera è stata spesso frenata da motivi comportamentali, al punto che in Francia l'unico club che lo sta trattando al momento è il Le Havre, in Ligue 2. Dopo l'esperienza al Getafe, anche l'ex Milan Mathieu Flamini (35) è libero da vincoli contrattuali, al pari del suo connazionale Clement Chantome (32). Offerto l'ultimo giorno di mercato estivo a diversi club di Serie A e di Serie B da uno dei suoi rappresentanti italiani a Milano, l'ex Manchester City Jack Rodwell (28) non ha ancora trovato squadra, così come l'olandese Vurnon Anita (30), liberato proprio il 2 settembre dal Leeds e reduce da sette anni in Inghilterra (dove ha vestito anche la maglia del Newcastle), intervallati da una stagione in prestito al Willem II. Nomi che possono vantare una certa esperienza internazionale, ma il cui apporto, parliamoci chiaro, rischia di limitarsi solo al mero aspetto numerico, a parte qualche rara eccezione.