La leggenda della Roma, Francesco Totti, è in questi giorni in Kuwait per l'Al Ruodan Tournament. A margine dell'evento ha rilasciato alcune dichiarazioni. Queste le sue parole: "Diciamo che i tempi di Maradona e Pelé erano diversi. Era un altro calcio. Messi e Ronaldo oggi continuano a stupire, battendo record su record, ma sicuramente questi quattro calciatori sono i più forti al mondo".

Una battuta poi sulle squadre che in passato lo avrebbero voluto in squadra: "Ci sono state più occasioni in cui Berlusconi poteva portarmi al Milan. Come a lui anche ad altri presidenti ho detto no per il rispetto e l'amore che ho verso questa maglia". L'ex capitano ha voluto anche scherzare sulla differenza di rendimento di Salah con il Liverpool rispetto ai tempi della Roma: "Ha solo cambiato maglia (ride, ndr). Penso che il passaggio lo abbia migliorato ancora di più, lo ritengo uno dei giocatori più forti in circolazione. In finale di Champions tifo per il Liverpool perché c'è lui e anche Alisson".

Sul gap con la Juventus ha poi aggiunto: "Non sarà facile colmare il gap con la Juventus, ma sono fiducioso che troveremo una soluzione. Vincere? Non è facile perché, soprattutto in Italia, la Juventus è la strafavorita visto che ha la possibilità di acquistare dei top player, come per esempio Ronaldo: nessuno poteva pensare che la Juve riuscisse a prenderlo e invece… Ha giocatori di livello internazionale, elevato, perciò in Italia la differenza è quella".