I l nostro racconto della vittoria in Coppa delle Fiere, l'11 ottobre 1961, assomiglia a un romanzo d'appendice. Quella che rimane, ad oggi, l'unica gemma europea montata sulla corona del palmarès del Club giallorosso, è stata effettivamente, in più di un'occasione, appesa a un filo. Il primo fotogramma da cui moviamo è scattato a Bologna, il 25 aprile 1961, vigilia del ritorno della semifinale contro l'Hibernian. Quel giorno Giacomo Losi giocava in Nazionale contro l'Irlanda del Nord. Nel suo libro autobiografico "Core de Roma", Giacomo ricorda: «Al termine della partita il mio pensiero andò subito ai miei compagni che avrebbero dovuto giocare. Ovviamente ero contento per la bella prova della Nazionale, ma avevo già la testa a Roma. La mattina successiva presi il treno e, appena sceso nella Capitale, andai subito a trovare i ragazzi che erano in ritiro in un albergo dell'Eur, tra l'altro non lontano da quella che all'epoca era casa mia. Il tempo era brutto, pioveva e questo non era il massimo visto che dovevamo giocare contro una squadra scozzese. Appena mi videro fu subito festa, con applausi e grida. C'era un clima tra di noi molto bello e di reciproca stima. Il Mister mi si avvicinò e mi fece sedere al tavolo con la squadra. Mi mise al suo fianco e dopo avermi fatto i complimenti per la prestazione contro l'Irlanda mi guardò dritto negli occhi e mi disse: «Giacomo se ti chiedessi di giocare anche stasera in Coppa che faresti?» [...]